#Specialecome

Passa del tempo con un tuo amico con autismo, cogli una caratteristica che lo rende speciale e raccontala in un post!

Da oltre 10 anni noi psicologi e terapisti di Dalla Luna ci occupiamo di accompagnare bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico nello sviluppo delle loro capacità socio-comunicative.

Non sempre è facile conciliare i bisogni delle persone con autismo con i ritmi della società moderna, ma molto può essere fatto per aumentare la quantità e la qualità delle occasioni di inclusione sociale. Il primo passo è riconoscere che l’unicità delle persone con autismo va considerata e non esclusa.

Per stimolare l’inclusione sociale e l’incontro tra persone neurotipiche e con autismo abbiamo dato vita all’iniziativa #Specialecome.

Un esempio di post per #specialecome

Con questo hashtag vogliamo raccogliere le esperienze di bambini e ragazzi amici, parenti, compagni di scuola e insegnanti di persone con autismo, che condividono con loro momenti di vita e ne riconoscono bisogni e peculiarità.

Ognuno è speciale perché ha il proprio modo di vedere il mondo, di fare le cose, di stare con gli altri, come chiunque altro. Invitiamo tutti, dunque, a raccontarci come è speciale il proprio amico con autismo in un post Facebook. Tutti i post verranno ripubblicati sulla pagina di Dalla Luna e le storie più significative verranno presentate durante un evento trasmesso in diretta web il 28 aprile.

L’obiettivo di questo racconto condiviso è aumentare la consapevolezza sull’autismo e favorire l’inclusione sociale.

Grazie ai racconti di esperienze reali sarà possibile cogliere piccole e grandi peculiarità del mondo dell’autismo, per riconoscerlo, rispettarlo e valorizzarlo.

 

L’inclusione delle persone con autismo rappresenta una grossissima sfida non solo perché spesso le persone che funzionano in modo diverso rispetto alla maggior parte delle altre hanno delle abilità sociali ridotte e spesso anche un linguaggio che non è sufficiente per supportare la creazione e il mantenimento delle relazioni sociali, ma anche perché spesso non vengono accolte nel modo giusto dai neurotipici. Per questo è molto difficile che le persone con autismo, con i loro comportamenti sociali ridotti, trovino modo di interagire con gli altri, ma anche che le persone a sviluppo tipico si muovano verso di loro.

Questo tipo di iniziativa punta proprio a far vedere l’altro lato della medaglia, cioè il fatto che una persona con autismo, proprio perché funziona in un modo diverso dalla maggior parte delle persone, è portatrice non di un deficit ma di una possibile ricchezza. Se noi impariamo a comprendere e a notare cosa ha da offrirci e insegnarci una persona che funziona in modo diverso da noi, riusciremo senz’altro ad ampliare il nostro ventaglio di prospettive e a guardare la realtà in modo diverso.

Spesso le persone con autismo hanno dei talenti veri e propri, e questo è vero non soltanto per le persone con Asperger, ma anche per coloro che hanno autismo a basso funzionamento. Essere attenti a quanto hanno da offrirci e scoprire i talenti insospettati rappresenta sicuramente una ricchezza per tutti. Riconoscere il valore dell’altro vero l’integrazione sociale. Dott. Guido D’Angelo

 

Un esempio di post per #specialecome

Chi può partecipare all’iniziativa #specialecome?

Persone  dai 6 ai 99 anni che siano parenti, amici, insegnanti, terapisti o compagni di scuola di persone con autismo e che vogliano raccontare una caratteristica che rende speciale il loro amico dopo averlo osservato passandoci insieme del tempo.

 

Come partecipare all’iniziativa #specialecome?

Pubblica sul tuo profilo Facebook o attraverso la pagina della tua scuola o dell’associazione di terapisti che segue il tuo amico con autismo il racconto di un momento condiviso con lui in cui emerge il suo modo di fare le cose in modo speciale.

Un altro esempio: una nonna posta il disegno del nipote

  • Passa del tempo con un tuo amico o un tuo parente con autismo.
  • Nota cosa rende speciale il vostro rapporto, cosa vi lasciano i momenti che trascorrete insieme, cosa ti fa scoprire il tuo amico con autismo e come vi sentite insieme.
  • Dal 19 febbraio al 15 aprile racconta in un post FB con un testo, una foto, un disegno o un video come è speciale il tuo amico.
  • Ricorda di impostare la privacy del post su “Pubblica”, di includere l’hashtag #specialecome e di citare la pagina di Dalla Luna, di modo che potremo vedere e condividere il post sulla nostra pagina FB.

 

Hai il permesso? Chiedi il consenso al tuo familiare, amico o cliente con autismo (o ai suoi genitori se è minorenne) di condividere pubblicamente materiale che lo riguarda prima di farlo!

 

Le storie più significative verranno presentate il 28 aprile in diretta web nel corso dell’evento organizzato dalla rete di associazioni Costellazione Autismo.

 

Una volta che si è superato l’ostacolo del diverso e ci si apre a nuove esperienze, possono nascere importanti amicizie, grandi amori e profonde relazioni. Neurotipici e autistici hanno ognuno i propri punti di forza e di debolezza e solo con l’incontro ognuno può imparare dall’altro qualcosa di importante e che migliori il proprio essere. Possiamo scoprire che una persona autistica è sincera, non è capace di mentire, è diretta, dice quello che pensa senza filtri e senza censure, vive di grandi passioni… Noi possiamo insegnargli a condividere le passioni, ad aprirsi ad altri interessi, a esplorare il mondo da un altro punto di vista. – Dott.ssa Maria Graziano

Ecco alcuni dei post condivisi con #specialecome. Potete vederli tutti su Facebook!

La nostra iniziativa si è conclusa, ma potete continuare ad utilizzare l’hashtag #speciale per condividere i vostri momenti speciali!